Riconosciuto

E.N.C.I. ed  F.C.I.


Flag Counter

"da piccolo mi piaceva sempre sognare e per questo venivo giudicato un perdente...ma non mi sono mai arreso"

                                                                  michele

 

 ....................

 

Ci siamo avvicinati a questa meravigliosa Razza circa tre anni fa. Era il mese di maggio del 2011, esattamente il 1° maggio!

Navigando sul web ci siamo trovati, non sappiamo ancora bene il modo in cui ci siamo finiti (ma ci siamo finiti) nel sito dello Schnauzer Club Italiano e sfogliando qualche pagina del sito stesso abbiamo notato la  Sezione Fiori d'Arancio.

Ci e' bastato solo guardarci negli occhi ed abbiamo deciso di fare una prima telefonata. C'erano due cuccioli, un maschio ed una femmina la quale pero' era gia' prenotata. Non avevamo molta scelta, fatto sta che il giorno 4 (praticamente tre giorni dopo la telefonata) ci siamo recati a Dicomano, arrampicandoci tra tornanti infiniti e strapiombi mozzafiato e siamo andati a vedere questi pelosetti barbutelli.

Barry poco dopo e' giunto da noi. Fosco e Cristina i quali avevano visto bene sul caratterino di Barry forse erano un po scettici per la nostra scelta e non avevano tutti i torti, testone da piccolo e testone da adulto ma si lascia amare. Lui e' cosi: prendere o lasciare. Ovviamente abbiamo preso!

Barry e' dotato di una dolcezza unica, cocciuto come un somaro ma sa come farsi perdonare quando ti porta una scarpa nuova tutta mangiucchiata. Ti guarda e...soddisfatto di cio che ha fatto aspetta la sua punizione che puntualmente arriva. Il risultato e' che se non si chiude la porta della camera da letto Lui non perde occasione per mettere a segno un altro suo colpo. Ladruncolo e discolo!

La nostra vita era cambiata.

Non ci siamo mai detti...la nostra vita sta cambiando. No! Era gia' cambiata senza che ci accorgessimo di nulla. 

Tutto girava ormai intorno a questo batuffolo nero che non mancava mai una occasione per fare i propri bisogni sul parquet posato a terra solo pochi mesi prima.

E' stata per me la mia prima esperienza nel rapportarmi con questi meravigliosi essere viventi a quattro zampe.

Stefania aveva gia' vissuto, nel passato, una esperienza ma con razza diversa.

Non amavo molto i cani, ma non li ho mai odiati ma mai avrei pensato di averne uno per casa...infatti Celtique e' arrivata a casa solo dopo sei mesi dall'arrivo di Barry e morale della favola...terremo con noi una figlia della prima cucciolata della nostra dolcissima principessina Celtique.

Ero completamente all'oscuro di tutto cio che ruotava intorno al mondo cinofilo.

Prove di lavoro, campi di addestramento, figuranti, conduttori, esposizioni, ring, giudici...tutti termini a me sconosciuti. Un po per volta ho cercato di vedere meglio alcuni aspetti, avevo fame di nozioni, tante sigle mai sentite prima, volevo capire tutto o meglio cercare di capire il piu possibile e perche no...provarci.

Avevo iniziato a frequentare un campo di addestramento con Barry e poi successivamente mi sono trovato a portare pure Celtique.

Celtique e' femmina e solo perche' e' femmina ne sa una in piu del diavolo. Aveva capito subito che per ottenere un piccolo premio bastava fare, senza scomporsi piu di tanto e con tanta calma, cio che le veniva chiesto. Barry invece ci ha sempre dimostrato che lui e' in grado di fare cio che gli viene chiesto ma...un po come dire, decide lui quando farlo bene, tende ad anticipare il tutto per essere subito premiato. Caratteri completamente opposti.

Una sottile amarezza l'abbiamo vissuta con Barry, molto rustico come elemento e poco disponibile nel rimanere fermo (appunto...perche' cocciuto come un somaro) cosa opposta invece se parliamo di Celtique, femmina dolce, ubbidiente, molto furba e disposta a rimanere ferma per farsi giudicare in un ring durante una manifestazione di expo nazionale o internazionale, Barry riempirebbe tutti di baci, dai Giudici agli Assistenti di ring nessuno escluso, Lui non ha bisogno di stimoli per esibirsi...ogni suo momento di vita e' una pura esibizione. Ogni pelosone e' unico nel suo genere, Barry lo e' (forse) un po di piu'.

Lui e' "protagonista", sempre!
Mi fa, a volte, disperare ma LO AMO!

Ormai sono parte integrante di noi. Affermo che noi umani abbiamo tante persone intorno, siamo praticamente circondati da amici, parenti, vicinato, colleghi e tanti altri conoscenti e quindi difficilmente si resta soli durante il giorno.

I nostri pelosi hanno soltanto noi e non c'e' cosa piu' bella del nostro rientro a casa anche se siamo stati via per soli cinque minuti. Le feste, nel rivederci, sono immense, neppure se fossimo mancati un giorno intero. Chiedono solo una coccola, un croccantino o un pezzo di pane secco oppure una semplice carezza! A loro basta davvero poco per essere felici e fedeli. Il contatto con il proprio padrone e' quell'elemento che riveste una importanza vitale.

Non ci sentiamo arrivati al traguardo, nonostante siamo riusciti a raggiungere con Celtique il titolo di Campionessa Italiana di Bellezza infatti questi sono soltanto i nostri primi passi in questo mondo meraviglioso ed e' per questo motivo che abbiamo pensato di fare una prima cucciolata con un "peloso" non di poco conto: Luca Toni von Ermada, Campione di Bellezza Tedesco e cane da lavoro che si traduce in ottimo temperamento e dal carattere altrettanto elevato, frutto di circa trent'anni di esperienza dell'Allevamento von Ermada in Germania nei pressi di Berlino.

 

Le persone che ci hanno supportato e sopportato non sono poche ma qui, in questo spazio vorremmo ringraziarle tutte per tutto quello che hanno fatto con noi e per noi anche quando alcuni risultati sperati non sono arrivati e si vive un momento di sconforto totale, l'amarezza ti porta a dire: e' arrivato il momento di mollare tutto... Senza il loro aiuto, senza la loro presenza, senza il loro coraggio probabilmente oggi non saremmo qui.

Grazie anche per questo!

 

Cristina e Fosco, Emanuela, Massimo!

 

....................

 

"Un vincitore e' semplicemente un sognatore che non si e' mai arreso"

                                                       Nelson Mandela